SiteGround Hosting 2017: Recensione e Sconto 50% OFF!

Autore | 2017-08-05T11:08:45+00:00 17 febbraio 2017|Hosting|13 Commenti

SiteGround è un’azienda in grado di fornirti un servizio di hosting veloce ad un prezzo onesto. SiteGround inoltre ha il sito web e il supporto al cliente completamente in lingua italiana.

Questa che ti stai apprestando a leggere penso sia la recensione SiteGround più completa e dettagliata che tu possa trovare in rete. Infatti all’interno di questo articolo troverai tutte le informazioni necessarie di cui hai bisogno per poter decidere se questa azienda di hosting possa fare al caso tuo o meno. Se così non fosse potrai lasciarmi un tuo commento alla fine dell’articolo così ti potrò aiutare con la scelta.

Su questa recensione inoltre potrai leggere le opinioni SiteGround che sono state rilasciate dagli utenti in rete e dai miei clienti e ti dirò anche il perché secondo me SiteGround è una delle migliori aziende di hosting a livello mondiale.

Ti anticipo che scegliere fin da subito la giusta compagnia di hosting per il tuo progetto online, è di fondamentale importanza. Questo perché devi avere un sito web che si carichi velocemente altrimenti le persone abbandoneranno facilmente il tuo sito se ci mette troppo a caricarsi.

SiteGround prima del 2017 era un’azienda che operava principalmente nel mercato inglese e spagnolo. Dal 2017 invece ha deciso di prendersi cura anche del mercato italiano e così ha deciso di offrire il servizio di hosting completamente in lingua italiana. Questo è un enorme vantaggio in quanto se avrai bisogno di aiuto potrai affidarti al team SiteGround in modo completamente gratuito. Ma ti parlerò meglio di questo aspetto all’interno della recensione.

Io direi che ora possiamo passare a vedere una delle domande che mi viene fatta più spesso per quanto riguarda l’hosting SiteGround.

SiteGround Vs Hosting italiani: la sfida ha inizio!

SiteGround Vs Hosting italiani

Devo scegliere un hosting straniero oppure un hosting italiano? Bella domanda ed ecco il perché ho voluto inserire questo paragrafo all’interno di questa recensione SiteGround.

SiteGround è un’azienda internazionale ma che opera anche nel mercato italiano e può essere considerata anch’essa un’azienda italiana al 100% in quanto ha un sito web in lingua italiana, server situati in italia (Milano) e un supporto clienti completamente in italiano.

Detto questo, ancora oggi si tende a dire che SiteGround è un’azienda straniera e quindi non italiana perché in passato si occupava solamente del mercato inglese e spagnolo. Come detto però dal 7 febbraio 2017 questo non è più così.

Ora, tra le aziende italiane sicuramente la più famosa e che sicuramente conoscerai anche tu, è Aruba. Ecco perché ho deciso di comparare il servizio offerto da questa azienda in confronto a SiteGround, ora l’azienda di hosting per eccellenza a livello italiano e internazionale.

Naturalmente non c’è solo Aruba ad offrire il servizio di hosting in Italia (per fortuna) e ti consiglio anche di leggerti il mio articolo sui migliori hosting italiani così puoi valutare anche altri servizi di hosting. In questa recensione SiteGround però ho voluto comparare Aruba perché è l’azienda più conosciuta a livello nazionale e so che moltissimi italiani si affidano ancora oggi ad essa per i loro siti web. Ma entriamo nel vivo di questo argomento.

Diciamo che Aruba è stata la prima azienda in Italia che ha iniziato ad offrire il servizio di hosting.

All’inizio ha fatto un ottimo lavoro, per carità ed è anche per questo che ancora ad oggi ha un’ottima reputazione online. Il problema però è che con il passare degli anni Aruba non ha saputo rinnovarsi come invece hanno fatto le altre aziende concorrenti.

SiteGround vs Aruba

Giusto per farti un esempio pratico, quello che vedi nell’immagine qui sopra è il pannello di amministrazione di Aruba che ti troverai davanti una volta che avrai creato il tuo account di hosting con loro. Come puoi vedere il pannello non è nemmeno responsive, ovvero non si visualizza correttamente sui dispositivi mobile (smartphone e tablet).

Un’altra cosa che voglio farti notare è che il sistema di acquisto del servizio di hosting è davvero male organizzato e se non conosci un po’ di linguaggio tecnico, ti troverai di sicuro in difficoltà. Non te lo dico tanto io, guarda tu stesso che cosa accade se andrai ad acquistare il servizio presso Aruba.

SiteGround Vs Aruba

Clicca sull’immagine per ingrandirla

Ora dimmi, se devi semplicemente andarti ad acquistare un dominio ed un hosting, ti sembra semplice la procedura di acquisto? Qui ti vengono proposti oltre 35 opzioni tutte nella stessa schermata, è assurdo! Pensa poi come sarà gestire il tuo spazio web.

Ora, non si dovrebbe giudicare un’azienda solo per queste cose ma diciamo che già questo la dice lunga sul servizio offerto da Aruba nel 2017.

SiteGround Vs Aruba

SiteGround invece ti mette a disposizione un pannello di controllo molto più chiaro e comprensibile anche da chi non è un tecnico informatico.

Insomma, guarda tu stesso quanta differenza c’è tra i 2 pannelli di amministrazione, siamo davvero su un altro pianeta con SiteGround, no?! Devi sapere infatti che lo standard a livello internazionale per quanto riguarda la gestione dello spazio di hosting, è il cPanel, il pannello che vedi qui sopra.

Tramite il cPanel puoi gestire il tuo hosting con estrema facilità cosa che con il pannello di Aruba non si riesce a fare, te lo garantisco. Questo perché le voci non sono state posizionate in modo intuitivo e quindi non si riesce a capire bene dove si deve andare a modificare le cose di cui si ha bisogno.

Insomma, parliamoci chiaro: io ho la fortuna di lavorare con molti clienti grazie a questo sito web e ti posso dire che 3/4 delle persone che mi contattano per trasferire il loro sito, lo vogliono fare perché vogliono andarsene da Aruba.

Oltre a questo comunque ci sono altre mille ragioni per le quali SiteGround è proprio su un altro livello rispetto agli hosting italiani in generale e se vuoi chiedermi ulteriori informazioni a riguardo, lasciami pure il tuo commento qui sotto all’articolo.

SiteGround: hosting WordPress ottimizzato

Hosting SiteGround raccomandato da WordPress.org

SiteGround, oltre a fornirti il cPanel per gestire il tuo spazio di hosting, ti mette anche a tua disposizione dei server ottimizzati per ospitare la piattaforma WordPress. Se quindi andrai anche tu a realizzare il tuo progetto online utilizzando WordPress, sappi che con questa azienda puoi stare più che tranquillo in quanto è stata inserita tra le aziende di hosting consigliate da WordPress.org.

Insomma, se anche WordPress.org ti consiglia di utilizzare questo servizio di hosting, vuol dire proprio che è eccellente no? Naturalmente consiglia anche altre aziende di hosting ma sono tutte in lingua inglese, solo SiteGround ha deciso di coprire anche il mercato italiano con i suoi servizi di hosting.

Puoi verificare la notizia da qui: SiteGround raccomandato da WordPress.org.

Ora, cosa significa che SiteGround ti offre un piano ottimizzato per WordPress? Beh in sostanza significa che il tuo sito web si caricherà più velocemente del normale perché all’interno dei server gli sviluppatori hanno inserito delle tecnologie che gli permettono di lavorare meglio con i siti realizzati utilizzando questa piattaforma.

I server SiteGround per WordPress infatti utilizzano la tecnologia NGINX e supportano la versione PHP7 e HTTP/2 che sono fondamentali per far funzionare la piattaforma WordPress al meglio. Oltre a questo i server sono equipaggiati con hardware di ultima generazione e dunque con dischi SSD che ti aiuteranno ancora di più ad avere un sito veloce.

Ma non è tutto! Se vuoi avere un sito web performante SiteGround come scoprirai tra poco, ha sviluppato anche un’altra tecnologia proprietaria, si chiama SuperCacher. Continua a leggere questa recensione SiteGround perché a breve ti spiego a cosa server questa nuova tecnologia.

SiteGround: hosting con server super veloci

Come avrai ben capito anche dalla sezione precedente, la prima cosa che devi tenere in considerazione quando vai a scegliere una compagnia di hosting, è la velocità. La velocità per un sito web è un fattore molto importante per diversi aspetti:

  1. Alle persone non piace aspettare, vogliono ricevere le informazioni subito.
  2. Avere un sito veloce ti aiuta a salire sui motori di ricerca (SEO).

Questi sono i 2 fattori principali per la quale dovresti avere un sito web veloce anche tu.SiteGround può aiutarti tranquillamente in questo ma non voglio tanto che tu mi creda sulla parola, te lo voglio anche dimostrare.

Naturalmente tutti i miei siti  web sono situati presso i server di SiteGround e dunque ora ti voglio far vedere quanto è veloce il sito web che stai visitando.

Una piccola premessa: per avere la tecnologia “SuperCacher” che utilizzo anche io, devi andare ad acquistare il piano GrowBig, con il piano base non avrai a disposizione questa funzionalità ma per i soldi che costa ti garantisco che ne vale la pena.

I test che trovi qui di seguito li ho realizzati controllando la velocità di questo sito web. Personalmente ho acquistato il piano “GrowBig” e ho il SuperCacher attivo. Ecco i risultati:

SiteGround-Pingdom test

Test eseguito utilizzando pingdom.com

SiteGround-GTmetrix test

Test eseguito utilizzando gtmetrix.com

Come vedi grazie ai server SiteGround il mio sito web si carica in circa 1 secondo! Volevo farti notare inoltre che il mio sito web attualmente è situato nei nuovi server di Milano e i test partono da un server situato a Stoccolma, Svezia. Questo sta a significare che gli utenti italiani visualizzeranno il mio sito web ancora più velocemente perché si connettono direttamente dall’Italia.

Prova a visitare il mio sito web cliccando qui: www.wp-vincente.it (nuova finestra).

Hai visto quanto è veloce il mio sito web grazie a SiteGround? Non ti dico questo per vantarmi ma per dimostrarti che anche tu se sceglierai il piano “GrowBig” potrai raggiungere questi risultati.

Ad ogni modo, nella seconda immagine il server ci mette quasi il doppio del tempo a caricare il mio sito web, questo perché i server di GTmetrix.com sono situati in Canada (America) e non in Europa. Questo sta a significare che il servizio impiega più tempo a raggiungere il server dove è situato il mio sito web. Come ti dicevo prima però se le persone italiane visitano il sito web connettendosi dall’Italia, quindi a loro il sito si carica molto più velocemente.

Avere un sito che si carichi velocemente come avrai capito, è a dir poco fondamentale!

T’invito a pensare più che a leggere: quante volte ti è capitato di visitare un sito web e di chiuderlo entro i primi 5 secondi perché ci metteva troppo a caricarsi?

Immagino che ti sia capitato un sacco si volte. Ebbene con SiteGround (come ti ho dimostrato) non avrai questo tipo di problemi. Il tuo sito web si caricherà velocemente come il mio, garantito.

Come ultima cosa riguardo alla velocità dei server SiteGround ti volevo dire che un sito web lo puoi andare a velocizzare se è lento. Questo lo puoi fare andando a ridurre le dimensioni delle immagini, attivando la Cache e facendo altre operazioni. Ricordati però che se il tuo sito web è situato su dei server che non sono performanti, non potrai andarlo a velocizzare più di tanto perché è già limitato in partenza, spero di essermi spiegato.

SiteGround: CDN e SuperCacher inclusi nel prezzo!

SiteGround SuperCacher

Come ti dicevo prima, gli ingegneri di SiteGround hanno sviluppato un sistema di Caching proprietario che si chiama “SuperCacher“. Ora, senza entrare tanto in tecnicismi, quello che devi sapere è che questa funzionalità permetterà al tuo sito web di caricarsi più velocemente senza che tu debba fare niente!

Esatto, a te basta semplicemente attivare questa funzionalità che è compresa con il piano GrowBig e come per magia il tuo sito sarà più performante!

Questo naturalmente è un valore aggiunto che solo l’azienda di hosting SiteGround può vantare di avere. Io ti posso garantire che il SuperCacher fa il suo lavoro, infatti ti ho dimostrato nel paragrafo sopra quanto sia veloce il mio sito web grazie a questa funzionalità. Ma non è finita!

SiteGround oltre al sistema di caching avanzato, ti mette a disposizione anche il sistema di CDN sviluppato da Cloudflare. Questo significa che potrai attivare il CDN direttamente utilizzando il pannello di controllo (cPanel) di SiteGround senza che tu debba aprirti un nuovo account presso cloudflare.com.

Ora, se non sai che cos’è un CDN, te lo spiego subito in modo semplice:

Il termine CDN deriva dall’acronimo inglese che sta per “Content Delivery Network”. In sostanza di tratta di un’infrastruttura di rete estesa a livello globale, composta da vari server dislocati su diverse reti, che si occupano di distribuire dei particolari contenuti tramite Internet.

In altre parole il CDN fa da smistamento di dati e aiuta le persone a raggiungere più facilmente il tuo sito web.

Con SiteGround dunque avrai a tua disposizione questi 2 strumenti molto utili e potenti che ti velocizzeranno di molto il caricamento del tuo sito web. Personalmente reputo che SiteGround stia avendo un’enorme successo proprio perché ti permette di avere un sito performante senza che tu debba fare niente e il tutto ad un costo davvero molto contenuto.

Poi naturalmente SiteGround ha anche altri grandi vantaggi, tra cui l’assistenza clienti in lingua italiana che ti presento ora.

SiteGround e l’assistenza tecnica in italiano

SiteGround Assistenza Italiano

SiteGround ha un altro punto di vantaggio rispetto ai suoi concorrenti internazionali per quanto riguarda il mercato italiano. Si, perché questa azienda dal 2017 ti mette a tua disposizione un sopporto clienti in lingua italiana al 100%.

Questo significa che potrai contattare il supporto tecnico ogni qualvolta andrai incontro a dei problemi. SiteGround può vantare un grado di soddisfazione al cliente davvero elevato in quanto sono sempre disponibili ad aiutarti anche con le richieste più tecniche.

L’assistenza tecnica di SiteGround è disponibile per te 24/7 via ticket, telefono e chat!
Si, se vuoi potrai chattare direttamente con loro se preferisci e ti risponderanno in tempo reale. Sinceramente io non ho mai visto un supporto così rapido ed efficiente.

Ora, personalmente ho avuto la necessità di contattare il supporto tecnico sia utilizzando l’assistenza via ticket e sia utilizzando la chat. Non li ho mai chiamati direttamente per telefono perché sono talmente veloci nel rispondere che non ne ho mai sentito il bisogno.

Ti garantisco che aprendo un nuovo ticket il supporto tecnico SiteGround ha sempre risposto in tempi molto brevi (meno di un’ora) e soprattutto sono sempre stati in grado di aiutarmi, in qualsiasi richiesta.

Come puoi ben vedere dall’immagine qui di seguito, tra il 2015 e il 2016 ho aperto più di 10 richieste di assistenza via ticket!

SiteGround-Assistenza tecnica italiano

Il team di supporto ha sempre risolto le mie problematiche in tempi brevi. Ti dico anche che io di solito apro i ticket solamente se ho delle richiesta molto particolari da fare al supporto clienti di SiteGround. Infatti, se ho semplicemente dei dubbi a riguardo di qualche funzionalità o servizio, mi connetto al sito web di SiteGround ed inizio a chattare direttamente con loro così posso avere risposta alle mie domande in tempi ancora più brevi.

In definitiva ti posso dire che negli ultimi anni lavorando anche su siti dei miei clienti, ho avuto modo di contattare il supporto tecnico di moltissime aziende di hosting, sia italiane che straniere. Ti posso garantire che in complesso l’assistenza clienti di SiteGround è praticamente imbattibile.

Questo perché riescono a rispondere alle tue richieste a 360° e in tempi davvero brevissimi. Le altre aziende di hosting italiane per farti giusto un esempio non hanno nemmeno la chat disponibile per i loro clienti o se ce l’hanno la utilizzano solamente per il supporto commerciale e non per chi deve risolvere problemi tecnici.

Con gli altri hosting italiani di solito puoi ricevere assistenza via telefono o ticket ma ti posso garantire che non sono veloci come il supporto di SiteGround.

Ti ricordo infine che avere un buon supporto clienti è molto importante in quanto li potrai contattare quando vorrai e quante volte vorrai, in modo totalmente gratuito! Dal 2017 SiteGround è disponibile per te 24/7 con un team di supporto completamente in lingua italiana.

SiteGround trasferisce il tuo sito e ti regala un dominio

Trasferimento SiteGround

SiteGround è un’azienda di hosting che è in grado di trasferirti completamente il tuo sito web sui loro server in modo completamente gratuito! Sì, hai letto bene.

Se vuoi trasferire il tuo sito web dal tuo attuale hosting e portarlo sui server veloci di SiteGround, ti basta semplicemente acquistare il tuo piano di hosting e successivamente contattare i tecnici che si occuperanno di trasferirti il tuo sito web presso i loro server e tu non dovrai pagare nessun costo aggiuntivo.

Pensa a quali sono i vantaggi per te, non dovrai preoccuparti di:

  • Fare un backup (te lo fanno loro)
  • Sbagliare a traferire il sito
  • Rischiare che il sito vada offline

Insomma, il supporto tecnico di SiteGround si occuperà per intero di tutto il trasferimento del tuo sito web, tu non dovrai preoccuparti di niente. Ora, anche altre aziende di hosting italiane offrono questo tipo di servizio ma solitamente lo si deve pagare a parte.

Ma c’è di più, oltre ad offrirti il trasferimento gratuito del sito, SiteGround se vai ad acquistare un qualsiasi piano di hosting, ti regala un dominio che resterà tale finché manterrai il tuo sito web presso i loro server. In altre parole non dovrai pagare nessun rinnovo annuale per quanto riguarda il dominio, resterà gratuito a vita!

Io sinceramente non conosco nessun’altra azienda di hosting italiana che sia in grado di offrirti un servizio di questo tipo per lo stesso prezzo dei piani offerti da SiteGround. Se sei interessato al trasferimento gratuito del sito o ad avere il dominio gratis, ti consiglio di guardare i piani di hosting.

In questo periodo sono scontati del 50% per un anno intero! Poi come ti spiegherò tra poco, se vuoi puoi provare il servizio per ben 30 giorni e se non sarai soddisfatto SiteGround ti rimborsa completamente la cifra che hai versato. Pensa a quanto è seria e professionale questa azienda.

Il costo dei piani SiteGround hosting

Costo piani SiteGround hosting

Molto bene, in questa recensione di SiteGround fino ad ora sono andato a presentarti tutti quelli che sono i punti di forza di questa azienda. Naturalmente non sono tutti e all’interno della recensione non ho voluto scendere troppo in linguaggi tecnici perché so che la maggior parte delle persone ci capirebbe ben poco.

Se tu però sei un utente avanzato, ti consiglio di andarti a leggere tutte le funzionalità che troverai se deciderai di prenderti l’hosting SiteGround. Controlla tutte le funzionalità dei piani da qui: scheda dettagliata dei piani hosting.

Detto questo, io direi che è arrivato il momento di parlarti un attimo dei piani hosting che ti mette a disposizione SiteGround.

Come prima cosa devi sapere che puoi scegliere tra:

  • Piani di hosting condivisi
  • Piani di hosting in cloud
  • Server dedicati

Ti voglio fare subito una premessa: se questa è la tua prima avventura online, per te andranno benissimo i piani di hosting SiteGround condivisi. In realtà questi piani vanno bene anche per siti di grandi dimensioni ma fino ad un certo punto naturalmente. I piani di hosting in cloud e i server dedicati generalmente vengono utilizzati dalle persone che devono gestire grandi siti di eCommerce online o da chi ha un sito molto visitato (+100.000 visite mensili).

Siccome la maggior parte delle persone non ha un sito di grandi dimensioni, ora ti vado a presentare nel dettaglio i piani di hosting condivisi di SiteGround che sono quelli più venduti ed hanno un rapporto qualità/prezzo eccellente per tutte le funzionalità che ti mettono a tua disposizione.

I piani di hosting SiteGround sono 3:

StartUp – Creato per chi inizia online 3.95€/mese

Il piano di partenza che ti mette a disposizione SiteGround è il piano “StartUp“. Questo piano potrai utilizzare tutti gli strumenti di base che ti consentiranno di partire alla grande con la creazione e gestione del tuo sito web. Questo piano non ha la funzionalità SuperCacher attiva ma comunque i server sono lo stesso molto veloci rispetto alla concorrenza.

Il piano “StartUp” ti consente di:

  • Gestire un solo sito web
  • Dominio gratis
  • 10GB spazio web
  • Adatto per ricevere max 10.000 visitatori mensili
  • Dischi SSD (veloci)
  • Backup giornaliero automatico
  • CloudFlare CDN gratis
  • Database MySQL illimitati
  • Trasferimento del tuo sito gratis
  • E-mail illimitate
  • Certificato SSL gratis
  • 30 giorni soddisfatto o rimborsato

GrowBig – Creato per avere un sito veloce 7.95€/mese

Se vuoi realizzare più di un sito web o se vuoi avere un sito super veloce, il piano “GrowBig” è quello che devi scegliere. Questo piano infatti ti permette di gestire quanti siti web desideri ma soprattutto ti mette a disposizione il SuperCacher che come abbiamo visto prima è la tecnologia sviluppata dagli ingegneri SiteGround che ti consente di velocizzare di molto il tuo sito web senza che tu debba fare niente.

Questi sono solo 2 vantaggi che otterrai se deciderai di acquistare questo piano, il realtà il piano “GrowBig” di SiteGround ti offre anche altre cose, ad esempio:

  • 20GB spazio web
  • Supporta fino a 25.000 visitatori mensili
  • Assistenza tecnica prioritaria
  • 1 anno gratis di Wildcard SSL per gli eCommerce
  • 30 copie di backup disponibili

In sostanza avrai un sito molto veloce, avrai più spazio web a tua disposizione e saranno salvate (in automatico) 30 copie di backup del tuo sito web all’interno del tuo server. Quest’ultima secondo me è una funzionalità davvero molto utile da avere per il proprio sito web.

Il piano “StartUp” ti consente di avere un solo backup del tuo sito web, con il piano “GrowBig” invece avrai a tua disposizione i backups degli ultimi 30 giorni. Questo sta a significare che se vuoi potrai andare a ripristinare il tuo sito web alla versione di 2 settimane fa ad esempio.

Personalmente anche se devi gestire un solo sito web ti consiglio di scegliere il piano “GrowBig” perché come hai visto avrai a tua disposizione degli strumenti utilissimi. Certo costa un po’ di più del piano base ma per quello che ti offre SiteGround, vale il prezzo richiesto.

GoGeek – Creato per gli esperti del web 11.95€/mese

L’ultimo piano di hosting condiviso di SiteGrond è il “GoGeek“. Come vedi dal titolo che ho scritto, questo è il piano utilizzato dagli esperti del web perché è utile solamente per chi ha da gestire un sito di grandi dimensioni e per chi riceve oltre le 30.000 visite mensili.

Se tu rientri tra gli esperti del web, avrai sicuramente piacere nel sapere che il piano “GoGeek” di SiteGround di consente di:

  • Essere in un’istanza del server condiviso solo da pochi utenti
  • Avere più risorse disponibili sul server
  • Conformità PCI gratis (per eCommerce)
  • Staging di WordPress e Joomla
  • Creare archivi Git in 1 click

In definitiva ti voglio dire che devi scegliere il tuo piano di hosting in base a quelle che sono le tue esigenze del tuo progetto online. Se devi creare un sito web o un blog amatoriale e pensi che non raggiungerai mai le 10.000 visite mensili, il piano “StartUp” è quello che fa per te.

Se invece devi realizzare un sito web professionale per la tua attività/azienda o se pensi che il sito supererà le 10.000 visite mensili, il piano “GrowBig” è sicuramente il più adatto per te, anche perché il sistema di caching avanzato andrà a velocizzare di molto il tuo sito web.

Infine come abbiamo detto, il piano “GoGeek” serve solamente per gli ha già una certa esperienza in ambito di hosting. In merito a questo se vuoi conoscere tutti i dettagli di ogni singolo piano, ti consiglio di andarti a leggere tutte le features che trovi qui: le funzionalità dei piani SiteGround.

Naturalmente se hai dei dubbi a riguardo di un certo servizio di hosting o se devi chiedermi qualcosa, puoi lasciarmi il tuo commento alla fine di questo articolo, sarà un piacere per me aiutarti.

Opinioni SiteGround rilasciate liberamente dai clienti

Fino ad ora su questa recensione hai sentito solamente il mio parere a riguardo di questa azienda, è arrivato dunque il momento di lasciare la parola alle opinioni SiteGround che sono state rilasciate liberamente online da parte dei loro stessi clienti. Poi alla fine ti farò leggere anche le opinioni dei miei clienti che hanno deciso di trasferire il loro sito web da altri hosting italiani ai server di SiteGround.

Ci tengo a precisare che le seguenti opinioni sono state rilasciate di spontanea volontà da parte degli utenti sul sito Trustpilot.com. Quest’ultimo è un sito che ti permette di scoprire se le compagnie online hanno una buona reputazione o meno. Ti garantisco che è un sito più che affidabile e ti consiglio anche di comparare SiteGround con le altre aziende di hosting italiane, vedrai che bella differenza.

Detto questo, eccoti le opinioni SiteGround che ho trovato in rete:

SiteGround è il miglior hosting che ho trovato in oltre 15 anni. Ho usato diversi servizi di hosting nel corso degli ultimi 15 anni per molti business. SiteGround.it ha di gran lunga il miglior servizio clienti attualmente in circolazione. Insegno web design in una università di tecnologia, e raccomando sempre questa azienda ai miei studenti. – Sandra P.

Servizi e infrastrutture eccellenti. Sono così contento di aver scelto SiteGround per i miei 3 siti web. Hanno delle infrastrutture di una qualità sorprendente, in più i loro servizi sono perfetti! Il loro personale è ben educato e molto gentile/disponibile. Ben fatto!! – Valentino G.

Fantastico servizio e assistenza clienti! Sono passato a SiteGround da un altro servizio di hosting web circa 6-8 mesi fa, e ho solo cose positive da dire! Il servizio è accessibile ed efficiente, e il supporto clienti è assolutamente eccellente. Il personale nella chat è sempre estremamente disponibile e hanno risolto immediatamente i miei problemi. – Antonio M.

Non ti sono sufficienti queste opinioni SiteGround? Ti basta andare su questo sito web se ne vuoi leggere delle altre: leggi tutti i pareri dei clienti.

Come avrai modo di vedere, al momento in cui sto scrivendo questa recensione, sono state rilasciate ben 517 opinioni e la valutazione totale degli utenti è stata di 9.7/10, eccellente. Se vuoi prova a controllare le opinioni anche delle altre aziende di hosting italiane. Controlla “Aruba” ad esempio e scopri cosa dicono la maggior parte delle persone su questa azienda.

Spero di averti dimostrato in modo abbastanza esaustivo e trasparente che questa è una delle migliori aziende di hosting a livello mondiale. Sicuramente mi sento di dire con assoluta certezza che lo è a livello italiano. In Italia infatti non c’è nessuno che sia in grado di affrirti un servizio simile a quello di SiteGround, almeno non per lo stesso prezzo.

Se hai delle domande da farmi a riguardo di questa azienda ti ricordo che puoi lasciarmi un tuo commento alla fine di questa recensione, sarà un piacere per me rispondere alle tue richieste, sono sempre disponibile per i miei lettori. Ma ora continuiamo con la recensione.

SiteGround soddisfatto o rimborsato per 30 giorni!

SiteGround come se non dovesse bastare è in grado di farti provare per intero tutti i loro servizi di hosting per ben 30 giorni. All’inizio naturalmente dovrai acquistare il tuo piano di hosting ma se entro 30 giorni dall’acquisto decidi che questa azienda non faccia più al caso tuo, ti basterà semplicemente contattare l’assistenza clienti per richiedere il rimborso completo della somma da te versata.

Personalmente grazie a questo sito web trasferisco i siti dei miei clienti e mi è capitato davvero pochissime volte in passato di dover richiedere un rimborso SiteGround e quando mi è capitato è stato perché il mio cliente non sapeva parlare bene l’inglese e quindi si trovava in difficoltà nel comunicare.

Dal 2017 invece SiteGround ha un sito e un supporto clienti interamente in italiano quindi penso proprio che ora non avrò più nessuna lamentela da parte dei miei clienti, si troveranno sicuramente bene con questa azienda.

Ad ogni modo, secondo me questa cosa del provare gratuitamente i servizi offerti da SiteGround è un grande vantaggio per te così avrai modo di valutare tu stesso il servizio offerto. Giusto per dirtene una,  Aruba (vecchia azienda di hosting italiana) non ti consente nemmeno di essere rimborsato, per nessuna ragione!

Se proprio vuoi averne la conferma t’invito a leggere il loro contratto: contratto di hosting Aruba.

Ora, vorrei invitarti un attimo a riflettere. SiteGround ti offre:

  1. Il trasferimento gratuito del tuo sito web.
  2. La registrazione di un dominio (GRATIS per sempre!).
  3. Soddisfatto o rimborsato per 30 giorni.

Secondo la mia personale opinione non c’è davvero nessun motivo valido per la quale tu non debba almeno provare il loro servizio perché poi se per qualsiasi ragione non sarai soddisfatto, ti basterà un’email per avere indietro tutti i soldi. Provare non ti costa niente.

Come acquistare l’hosting SiteGround

Acquistare un piano di hosting presso SiteGround è davvero un gioco da ragazzi e non ti preoccupare che non ti proporranno dei servizi aggiuntivi come fanno gli altri concorrenti per farti pagare di più. Tutto è molto chiaro ed intuitivo. Segui questa guida con immagini passo passo.

Se hai intenzione di realizzare un sito web amatoriale, ti consiglio caldamente di scegliere il piano base (StartUp) che è più che sufficiente per quello che devi fare tu.

Se invece devi creare un sito professionale o se devi andare a gestire più di un sito web, allora devi prenditi il piano “GrowBig”. Ad ogni modo ora vediamo insieme come puoi andare ad acquistare l’hosting SiteGround, la procedura di acquisto è sempre la stessa per tutti i piani.

Allora, la prima cosa che devi fare è quella di andare sulla pagina dei piani.

SiteGround-piani-hosting

Fatto questo, ti basta semplicemente cliccare sul pulsate “Acquista” sul piano che desideri andare ad acquistare. Se non conosci bene tutte le caratteristiche o se non ti è ben chiaro qualcosa, lasciami pure il tuo commento qui sotto alla recensione così avrò modo di aiutarti.

Comunque come abbiamo detto il piano StartUp di SiteGround serve per chi deve creare un sito web amatoriale. Invece il piano “GrowBig” serve per chi deve creare un sito professionale o per chi deve gestire più di un solo sito.

Clicca dunque sul pulsante “Acquista” per procedere alla schermata successiva.

SiteGround registrazione dominio

Ok, su questa pagina devi andare a scegliere il nome da dare al tuo sito web. Attenzione che se ne hai già uno e devi trasferire il tuo sito web, io ti consiglio comunque di registrarti un nuovo dominio e successivamente andare a trasferirti quello che hai già. Questo perché come ti dicevo prima, SiteGround ti regala un dominio a vita! Non sprecare questa occasione.

Una volta scelto il dominio, clicca pure sul pulsante “Procedi“.

SiteGround-registrazione-account

Clicca sull’immagine per ingrandirla

Su questa pagina ti vengono richiesti i tuoi dati personali. Compila tutti i campi e fai molta attenzione ad andare a selezionare la località del server su “Milano”. Questo è molto importante ai fini di velocizzare il caricamento del tuo sito web per le persone che si collegheranno dall’Italia.

Infine controlla di aver inserito correttamente tutti i tuoi dati e premi sul pulsante “Paga Subito“. A questo punto SiteGround t’invierà delle email di benvenuto e ti farà sapere come potrai accedere al tuo pannello di amministratore utilizzando i dati con la quale ti sei registrato ai loro servizi di hosting.

Naturalmente se hai delle domande a riguardo della registrazione del tuo account di hosting, lasciami sempre il tuo commento qui sotto all’articolo.

SiteGround e il mio consiglio personale

Bene, direi che siamo arrivati alla fine di questa lunga recensione SiteGround.

Io spero di aver trattato bene tutti i punti nel modo più esaustivo possibile ma se hai ancora dei dubbi a riguardo di questo hosting veloce,  non esitare a lasciarmi il tuo commento qui sotto all’articolo. Sarà un piacere per me rispondere alle tue domande 🙂

Poi, per quanto riguarda il mio parare personale su SiteGround, penso che avrai ben capito quanto ci tenga a precisare che (per me) non esiste altra azienda di hosting al mondo che sia in grado di offrirti un servizio simile, almeno non a parità di prezzo!

Ricapitolando brevemente i vantaggi di SiteGround sono:

  • Hosting veloce (anche con il piano base)
  • Pannello di controllo standard (cPanel) per la gestione del tuo hosting
  • Il sito WordPress.org raccomanda SiteGround come servizio di hosting
  • Trasferimento del tuo sito web e dominio gratuito (per sempre)
  • Assistenza di alto livello disponibile via chat, ticket e telefono
  • CDN e SuperCacher inclusi nel prezzo
  • Moltissime opinioni positive rilasciate dai clienti
  • Rimborso soddisfatto o rimborsato di 30 giorni

Direi che non esiste hosting migliore al mondo per questa fascia di prezzo.

Pertanto, se ancora non hai preso un hosting per il tuo sito web (o anche se ce l’hai già), ti consiglio caldamente di prenderti l'hosting SiteGround.

Vuoi imparare di più su WordPress?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 Commenti

  1. Antonio 3 settembre 2017 al 21:36 - Rispondi

    Vorrei un po’ di chiarezza: quanto costano i piani startup e growbig dal secondo anno in poi?
    Grazie.

    • Roberto Marchesini 4 settembre 2017 al 15:44 - Rispondi

      Ciao Antonio, SiteGround offre i piani scontati del 50% sul primo pagamento. Ciò significa che se pagherai per 3 anni potrai usufruire sempre dello sconto del 50% e successivamente pagherai il piano il 50% in più.
      Sul sito ufficiale c’è scritto tutto bene.

      Un saluto

  2. Gianfranco 25 febbraio 2017 al 16:03 - Rispondi

    Ciao. Noi usiamo un provider (in hosting condiviso) di cui ultimamente non siamo contenti. Per esempio sto sviluppando un sito wordpress in area di test raggiungibile in una sottocartella di un nostro dominio e pur avendo ottimizzato (la home pesa circa 1mb) spessissimo il primo caricamento dura oltre i 10-15 secondi prima di veder qualcosa a schermo. Ho eseguito test vari con gmetrix e pingdom tools e seppure mi diano score B-C (la A non la raggiungo per colpa dei google fonts, pare) anche li vedo che i problemi sembrano risiedere nel tempo di risposta del server (wait). Il provider mi dice che dalla loro parte è tutto ok ma io più che ridurre immagini, ottimizzare css non voglio dover utilizzare plugin di cache tipo W3Total poichè questi mi creano problemi sugli aggiornamenti dei post (che a volte non appaiono se non eseguendo un refresh della pagina) e soprattutto sul login degli utenti che impazzisce (dopo l’autenticazione alcuni post richiedono nuovamente il login mentre altri continuano a mantenere il login aperto).
    A volte il sito carica dopo 3-4 secondi che è accettabile ma al primo caricamento spessissimo è un chiodo e quindi dubito sia un problema “mio” di richieste js.css.o html. E’ talmente random (se non per il primo load) che sembra un problema di risorse… o dipende che è in una sottocartella di un dominio, secondo te?
    In sostanza poichè il sito è ancora per poco in fase test volevo chiedere una tua opinione: secondo te davvero passare a Siteground mi velocizzerà il sito? Supercacher non mi darà problemi sugli aggiornamenti dei post o del login degli utenti?
    Grazie, GF

    • Roberto Marchesini 27 febbraio 2017 al 4:30 - Rispondi

      Ciao Gianfranco e ti ringrazio per aver commentato l’articolo. Rispondendo al tuo commento ti devo dire che il problema sta sicuramente nel server dove è situato il tuo sito web, è di sicuro lento. Te ne puoi accorgere appunto dal fatto che a volte ci mette 4-5 secondi a caricarsi (che è già tanto) e altre volte ci mette 15 secondi.

      Per quanto riguarda i plugins della cache, li devi certamente andare ad attivare se vuoi velocizzare il sito web Quest’ultimi ti aiutano molto, indipendentemente dal fatto che tu abbia ottimizzato la dimensione delle immagini e del codice css/javascript/html.
      Detto questo, anche se vai ad installare un plugin per la cache il tuo sito web rimarrà lento proprio perché è situato su di un server lento, non ci puoi fare niente.

      Il mio consiglio naturalmente è quello di passare a SiteGround andando ad acquistare il piano “GrowBig” così avrai a tua disposizione il SuperCacher. Quest’ultimo andrà a pulire la cache ogni volta che aggiornerai un articolo o una pagina web, dunque non dovresti andare incontro a problemi.

      Se hai bisogno di ulteriore aiuto con la scelta dell’hosting, non esitare a rispondere a questo commento, grazie.

      Un saluto

  3. Ettore 19 febbraio 2017 al 21:43 - Rispondi

    Ciao .
    Senti Sono interessato a cercare un hosting con dominio. Purtroppo ho un sito su superweb.ws gratuito e che fa veramente schifo, prima dicevano che davano email con sendmail, poi problema e disattivazione per loro spam (non si sa quale..) ultimamente spesso offline fino a ben 5 ore. Poi disse un certo “help”, che doveva spostare su altra farm, comunque palle palle e ancora palle su un server gratuito che ha pure i dati oscurati !!!! Mentre se sei veramente trasparente NON HAI NULLA da nascondere – PUNTO .-
    Comunqu sto cercando un hosting e leggendo mi stavo per scegliere Aruba, ma vedo che in molti lamentano anche se il prezzo sembra abbastanza ragionevole.
    Penso che non e’ il fatto che lo paghi di piu’ che h ai meglio, conta l’onesta con cui dai il servizio AL miglior prezzo e quelli che tu hai evidenziato onestamente sono CARI ! Anche per piccoli siti decenti con cui devi dare un minimo sindacabile PUNTO !!!!!!!!!!!!!
    ==============================================
    Nei piani decenti abbiamo .– Iva per tutti 22% quindi ( x1.22)
    Da SiteGround il piano GrowBig lo paghi 7,95 + iva al mese e sono al 40% quindi significa che paghi 7,95*22%iva= x 12 mesi => 116,38 euro ! al 40 % il primo anno ! E poi ? siamo carissimi
    20gb/traff.Illim
    —————————-
    ServerPlan, “Piano Startup Linux”, abbiamo 69+iva =84,18euro annui .. diciamo meglio ! 10gb/traff.Illim
    ————————-
    KeliWeb piano decente il KeliCMS, anche se usi un sito web html e magari predisposot per CMS futuro .- sono ben 59,0+iva => 72 euro annui . 10gb/traff. illim
    —————————-
    vHostingSolution : se vuoi il Low.. non e’ neppure da prendere in considerazione. E se prendi il ” Hosting Professionale01 ” cakkio .. 120 euro annuo con dominuo gratuito .sono finali fatto ilconto => 146,40 euro annui !!!! . Siamo fuori veramente dalle righe !
    ——————————-
    Noamweb : Il decente e’ “Standard Linux ” 60 + iva(1,22)= 73,22 euro annui,. e vedo anche moltisismo di decente e valido. — 10gb/100gb traffico. (il traffico di 100gbmensile non lo superi certo con 8000 visite ! ce ne vuole, per generare tale traffico.)
    —————————————–
    Aruba – di questo preferisco non parlarne, anche se sono intenzionato a vedere bene anche in queste opzioni, che sono un casino veramente, ma per il resto e’ scadente rispetto gli altri !
    Inoltre vedo in rete che si lamentano in molti. Io ho un amico con sito piccolo, ma problemi non ne ha onestamente, glielo gestisco io per quanto riguarda le pagine web e l’html.
    Ma quello che mi preoccupa e sapere a chi m i debbo veramente affidare, non vorrei che le tue scelte siano dettate da particolari condizioni che vengono fatte se fai pubblicita’ .
    Amo essere onesto……… ma vorrei una certa trasparenza. Perche tra tutti qui evidenziati forse andrei da Noaweb ! gli altri sono carissimi dai !

    Ma come si fa’ a vendere un hosting a 100 euro all’anno dai !!!!! Ma non sta su’ neppure come considerazione. Non stiamo parlando di siti professionali, se sei capace a gestirli. Io ne ho gestiti con PHP-Nuke la piattaforma Maximus che era la piu’ spugna nelle risorse che chiedeva .Ho 57 anni e mi sono fatto un po’ di esperienza ma sono ancora indeciso su chi debbo scegliere !
    A causa dei prezzi che vedo , penso di non essere l’unico ad avere ancora dubbi su chi debbo scegliere.
    Un cordiale saluto .

    Ettore (AL)

    • Roberto Marchesini 21 febbraio 2017 al 4:23 - Rispondi

      Ciao Ettore, ti ringrazio per il tuo commento molto dettagliato.

      Per quanto riguarda la tua richiesta, ti devo dire che Aruba ultimamente non si è fatta una buona reputazione online, questo perché è un’azienda che non si è aggiornata molto con il passare del tempo. Ma questo l’hai già capito.

      Ora, non sono assolutamente d’accordo sul fatto che gli hosting citati siano costosi in quanto tutto dipende dalla tipologia di sito web che devi realizzare. Nel tuo caso devi gestire un sito web amatoriale dunque anch’io ti consiglio di scegliere un hosting poco costoso.

      SiteGround effettivamente per quello che devi fare tu può essere costoso. Il mio consiglio è quello di scegliere il piano “KeliUser” offerto da Keliweb, costa solamente 19.90+iva all’anno.

      Un saluto

  4. Massimo Bologna 28 dicembre 2016 al 21:23 - Rispondi

    Ciao, ho letto con interesse il tuo articolo perchè sto cercando un’alternativa ad aruba. Non sono un esperto, anzi, ho tanti dubbi che al momento mi bloccano nel trasferimento, spero tu possa aiutarmi.
    Il mio sito, fatto anni fa, l’ho trasferito su wordpress, e per far questo ho dovuto creare una pagina vuota con il reindirizzamento da http://www.raccontidiviaggio.com a http://www.raccontidiviaggio.com/wordpress, e inevitabilmente ciò allunga il tempo di caricamento, dovrò mantenere questa cosa? sistemerà la cosa siteground? Il fatto che siteground sia in inglese mi preoccupa solo fino ad un certo punto, specialmente confidando nel fatto che avrò bisogno di poca assistenza 🙂
    Spero intanto che tu possa togliermi questo dubbio, intanto ti saluto e ti ringrazio.
    Massimo

    • Roberto Marchesini 30 dicembre 2016 al 11:58 - Rispondi

      Ciao Massimo, ti ringrazio intanto per aver deciso di lasciare il tuo commento e per apprezzare il mio articolo.

      Per quanto riguarda la tua richiesta, è possibile mettere il sito in WordPress sulla cartella principale del tuo dominio (quindi togliendo il reindirizzamento), il problema nasce se attualmente ricevi del traffico da parte dei motori di ricerca o da altre fonti esterne (blog, social network etc.).

      Io ti consiglio di passare a SiteGround e mantenere tutto così com’è e successivamente puoi pensare di sostituire i links vecchi dalle fonti esterne (quelli che ti portano più traffico). Poi dovresti avvisare Google che hai cambiato l’indirizzo al tuo sito web, così indicizzerà il sito nuovo al posto di quello vecchio.

      Se hai bisogno della mia assistenza tecnica, non esitare a contattarmi.
      Un saluto

      • Massimo Bologna 31 dicembre 2016 al 10:07 - Rispondi

        Ciao Roberto, grazie per la risposta,
        ti scrivo nella sezione di assistenza tecnica.

  5. Gianluca 24 ottobre 2016 al 11:44 - Rispondi

    Roberto, ti volevo semplicemente ringraziare perché prima stavo con Aruba e ora grazie a SiteGround il mio sito web ha preso il volo! Prima ci metteva una vita a caricarsi.

    Certe persone dicono che sia meglio avere l’hosting in Italia ma ho dovuto ricredermi. Consiglio SiteGround tutta la vita, grazie!

    • Roberto Marchesini 24 ottobre 2016 al 11:59 - Rispondi

      Ciao Gianluca, grazie mille per il tuo commento. Mi fa piacere che finalmente le persone si stiano accorgendo che gli hosting italiani non si possono assolutamente comparare con quelli internazionali (poi dipende anche quali, per carità).

      Certo è che Aruba è stata la prima azienda in Italia a fornire questo tipo di servizio ma poi non si sono mai rinnovati. Purtroppo le persone ancora pensano che questa sia un’azienda valida.

      SiteGround senza dubbio offre un servizio di tutt’altro livello.
      Un saluto

    • Ettore 19 febbraio 2017 al 21:46 - Rispondi

      dipende dalla pesantezza che hai nel sito, con wordpress o piattaforma CMS se hai molte immagini pesanti, articoli lunghi o altro… non ti basta neppure quello massimo .

      • Roberto Marchesini 21 febbraio 2017 al 4:26 - Rispondi

        Questo non è vero Ettore, avere un ottimo hosting come quello di SiteGround ti permette sicuramente di velocizzare fin da subito il tuo sito web. Poi certo che se hai un sito pesantissimo c’è poco da fare, bisogna andarlo ad ottimizzare se si vuole avere un sito veloce.

        SiteGround comunque è un ottimo punto di partenza.

        Un saluto